Accesso ai servizi

Martedì, 24 Novembre 2020

TAV, TORINO-LIONE, INCONTRO MINISTRO INFRASTRUTTURE - SINDACI. SALBERTRAND-SUSA: NUOVA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE INELUDIBILE


Questa mattina le amministrazioni comunali dell’Unione Montana Valle Susa hanno incontrato (in videoconferenza) il Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli. Al centro della discussione la Torino Lione e in particolare la Valutazione di Impatto Ambientale ora necessaria sulla nuova variante che prevede di spostare a Susa la gestione del materiale di scavo, con un completo stravolgimento del progetto attuale.

Il Ministro De Micheli ha ribadito che la variante proposta da Tunnel Euralpin Lyon Turin (TELT) sarà oggetto di una valutazione che rispetterà la normativa vigente. Risulta pertanto ineludibile lo svolgimento una nuova procedura di valutazione di impatto ambientale con il deposito da parte di Telt di una nuova variante formale del progetto definitivo, a parere degli amministratori. Un percorso istituzionale e autorizzativo che non può ammettere deroghe o sottovalutazioni, tenuto conto dei milioni di tonnellate di materiale di scavo che verrebbero scaricati a Susa e del pesantissimo coinvolgimento dell’intero territorio della Bassa Valle, con notevoli impatti ambientali, sanitari ed economici al momento completamente indefiniti.

Le amministrazioni comunali valsusine hanno da tempo segnalato questa grande criticità a tutti i soggetti competenti. Tra questi anche il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il quale purtroppo non ha ancora risposto alle ripetute richieste di incontro pervenutegli.

L’Unione Montana Valle Susa si aspetta ora che il Ministero delle Infrastrutture attivi quanto prima un confronto tecnico nel merito della nuova variante. Le strutture del Ministero sono già edotte delle ampie e documentate argomentazioni tecniche presentate dalla Commissione Tecnica dell’Unione. Analogamente, si attendono risposte formali anche da Regione Piemonte, cui queste problematiche sono state illustrate nell’incontro dello scorso 16 settembre.

Nell’incontro con il Ministro delle Infrastrutture, le amministrazioni comunali hanno ulteriormente ribadito al Governo che gran parte del territorio e degli amministratori della Valle di Susa mantiene una posizione di contrarietà al progetto Torino Lione, richiamando l’attenzione sulla persistente assenza del finanziamento completo per l’opera.

L’incontro è terminato con la possibilità di ritrovarsi, appena le prescrizioni sanitarie, lo consentiranno per approfondire le varie tematiche di questo progetto così controverso.


Documenti allegati: